Cecità – Josè Saramango

Nella maggior parte dei casi inizio la lettura di un libro senza leggere la sinossi ma semplicemente perché attratto dalla copertina, dal titolo o dall’autore. A volte capita che questi elementi, visibili sempre nella copertina, svolgano il compito di richiamo e l’attrazione è tale da comprare il libro o iniziarne l’ascolto qualora si tratti di un audiolibro, come in questo caso. Scoprire poi che il libro tratti un argomento di estrema attualità è una sopresa che ha quasi del soprannaturale. Non voglio anticipare niente a chi non conosca la trama di questo romanzo, scrivo solo che si tratta del racconto di un’epidemia attraverso la quale l’autore mette a nudo le miserie dell’essere umano. Miserie che per fortuna non appartengono alla maggioranza, ma le barbarie scatenate dall’evento finiscono per coinvolgere tutti mettendo in evidenza crudeltà, barbarie, violenza di un’umanità incapace di reagire a situazioni drammatiche dove prevale la lotta per la sopravvivenza ad ogni costo. La conclusione alla fine non dipende dalle capacità dell’umanità che si è fatta trovare impreparata ad affrontare il problema. Il dubbio è: impreparata per mancanza di strumenti adeguati o semplicemente perché quella è la vera natura dell’umanità ?

Se vuoi puoi condividere sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *